Lettera ad un Paese mai nato.


Ciao come stai? Non te la passi bene. Si vede. Era una domanda retorica, lo hai capito sì? No meglio, ho sbagliato a clicclare maiusc + punto interrogativo; era l’1 che volevo digitare. Perché il mio punto è esclamativo, perché sono esclamativo, perché ogni mio respiro è l’esalazione dell’ultima pazienza che nutro verso di te, Italia. Da quando ti vivo, e sono 31 anni che ti conosco, tutti i punti fermi esclamativi di cui credevo fossi composta hanno piegato la schiena come un’ansa e sono diventati interrogativi. Senza risposta. Mai una. Mettici la faccia per una volta. A 150 anni c’è un’Italia migliore che te lo chiede. Solo che siamo troppo pochi, troppo stanchi e troppo arrabbiati. Mi guardo intorno e di luce noto solo tiepidi focolai. Quando invece dovrebbe essere l’inferno. In un Paese in cui si il carattere lo si misura con le urla. In uno stivale che gli stivali li vede solo a uomini&donne, che pensa che urlare, fare lo stronzo, prevaricare siano virtù. Siano furbizia. In una penisola. Sì una penisola. Per me non è altro che un insieme di infinite piccole isole. Ciascuna straordinaria e capace di decidere con la propria testa. Libera. Come stai Italia? Hai 150 anni e non ti auguro cento di questi giorni. Ti auguro la morte, ora. Per rinascere bisogna morire. E io ti vedo lì. Esanime. Credo che un giorno ti lascerò, volerò fino ad amsterdam, raggiungerò Raadhuisstraat e al numero 47 dimorerò suonando la mia chitarra, visitando musei, correndo al parco. E mi rintanerò. E ti guarderò da lontano cercando un sentimento che mi leghi a te. Cercandolo disperatamente.
Potrebbe essere anche domani. Last minute e via.
Sai che c’è? O salti ora, o alziamo l’asticella e facciamo il record, o lasci perdere.
Quindi segui me. Sgombra il campo e la mente dai rumori e dallo spazio. Prendi il tempo. Svuotati. Chiudi gli occhi. Ssshhh…the sound of silence. Ora visualizza l’evoluzione, immagina la traiettoria, e parti. Vola!
Pensa a Carl, il figlio del vento, e vola.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...